Destin

Destin. Dietro questo brand 100% Made in Italy si nasconde una grande storia on the road. Quella di Giuseppe Garbaccio.
E’ il 2008 e Beppe ha appena messo a punto la sua idea di sciarpa dalle trame preziose e leggere, di grandi dimensioni, strapazzata da un lavaggio e un finissaggio estremo, una piccola rivoluzione rispetto alle altre sciarpe presenti sul mercato. Ne realizza qualcuna e la spedisce a Tokyo, a Yashiki Hideharu, suo carissimo amico e distributore nel campo della moda in Giappone. Consegna al corriere e non ci pensa più, le vacanze sono alle porte e Beppe parte, destinazione Florida. A Fort Lauderdale noleggia una Harley Davidson Road King e si mette in viaggio, senza casco, come solo lì si può fare.
E’ il 20 agosto. Spazi immensi, orizzonti sconfinati, molti pensieri. Arriva una telefonata. E’ Yashiki, che gli dice che le sue sciarpe sono perfette per un mercato maturo ma esigente come quello giapponese. “Sono davvero particolari, qualcosa che non è ancora stato creato” dice entusiasta.

Racconta Bebbe: “Per parlare con lui fermo la moto in uno spiazzo sulla Interstate 98, verso Pensacola. Yashiki mi incalza, “Serve un nome, dobbiamo assolutamente trovare un marchio!”. Non sono preparato, non ci ho pensato, sapevo tutto sulla lavorazione ma ero spiazzato sul resto. Di colpo, mi guardo in giro. Davanti a me un cartello, Destin, the World’s Luckiest Fishing Village. Proprio un colpo di fortuna, the luckiest! “Destin”, dico a Yashiki incredulo, “il marchio è Destin”. E l’avventura comincia così”.

Oggi Destin è sinonimo di uno stile ricercato, dalla forte identità, che trova nella meticolosa unione tra design, qualità e utilità la sua massima espressione. Ogni sciarpa ha la caratteristica di mantenere un fortissimo connotato artigianale in tutto il processo produttivo. Tutte le lavorazioni sono realizzate da piccoli artigiani del biellese che vantano una grande tradizione, passaggi produttivi che vanno dalla filatura al finissaggio e lavaggio in capo, caratteristica unica di tutte le sciarpe Destin.

La collezione nasce da un mix di suggestioni, con materie prime importanti e costruite ma mille usi: cashmere mongolo sia pettinato che cardato, alpaca peruviana, lane australiane extrafine selezionate e mulesing free creano uno stile unico e irresistibile per clienti con una vita piena ma reale e con un portafogli che si avvicina alla normalità.
Con un prezzo medio di circa 200 euro retail, Destin è presente in 350 stores worlwide: Antonia, Antonioli, Excelsior, Brian&Berry, Folli Follie, Gente Roma, Zita Fabiani, Sugar, Le Bon Marche, Merci, Liberty, Joseph, Selfridges, lane Crawford, On pedder, Estnation, Isetan, Fred Segal, Ron Herman, Barneys, etc.